Bonus Fiscale

Bonus casa 2019: proroga del Bonus ristrutturazione 
Confermato in legge di bilancio fino al 31 dicembre 2019 anche il bonus ristrutturazione: la detrazione al 50% dall’Irpef dei costi sostenuti per gli interventi di ristrutturazione. La detrazione deve essere fruita in 10 quote annuali dello stesso importo ed è applicata a un costo massimo di 96.000 euro.
Gli interventi inclusi in questa agevolazione consistono nei lavori interni a immobili esistenti; nel dettaglio, deve trattarsi di opere di:
manutenzione ordinaria (solo perle parti comuni dell’edificio);
manutenzione straordinaria;
ristrutturazione edilizia;
recupero e risanamento conservativo.Si possono detrarre non solo le spese strettamente legate all’esecuzione dei lavori, ma anche i costi di progettazione, le prestazioni professionali, perizie e sopralluoghi.
Tra i lavori che si possono portare in detrazione:
impianto idraulico ed elettrico;
porta blindata
impianto di allarme;
inferriate fisse;
soppalco;
pareti interne ed esterne;
scale ed ascensore;
cablatura;
allargamento porte e finestre;La novità del bonus ristrutturazione 2019 riguarda l’obbligo, dallo scorso novembre, in caso di interventi che comportano un risparmio energetico e/o l’utilizzo di fonti rinnovabili, di comunicare i dati dell’intervento all’Enea, entro il termine di 90 giorni dalla data di fine lavori o collaudo.